Amazon

lunedì 17 novembre 2014

La raccolta delle olive

Nel piccolo uliveto di mio padre in questi giorni abbiamo raccolto le olive.

 Anche se il clima non aiuta a far vivere bene le piante qualcosa siamo riusciti a raccogliere.







 Un pochino di olio che ha il colore, il profumo e il sapore delle olive
 verde-viola. Cosi prezioso perché unico, cosi prezioso perché c'è voluto la sana fatica e cosi prezioso perché è pochino ma appunto perché è cosi prezioso ogni goccia e una goccia d'oro.











 Qualche oliva(le più belle) mia madre le ha anche trasformate in "obia taccheddara".

                                                               Ricetta di mia mamma

  • Lavare bene le olive 
  • Lasciarle a bagno coperte d'acqua per 3 giorni
  • Sciacquarle bene dalle loro impurità e sistemarle nel recipiente 
  • A parte mettere a bollire l'acqua con il finocchietto selvatico e il sale(per un litro d'acqua 90 grammi di sale)
  • Lasciarla intiepidire e versarla sopra le olive(precedentemente fattele dei taglietti verticali)
  • Dopo circa 2 giorni sono pronte da consumare(ovviamente risciacquatele) cosi come sono oppure saltate in padella con un po' di olio, aglio, peperoncino e prezzemolo.
  • Pagu bona!

Nessun commento:

Posta un commento