Amazon

sabato 24 gennaio 2015

Il bello dell'inverno



Il paesaggio invernale della nostre campagne in questo periodo ci regala scenari incantevoli e aria pulita. Ci riempiano gli occhi osservando le meraviglie che la natura ci offre anche in questo periodo . Poi pensiamo a riempirci anche la pancia cogliendo il buono che si trova anche con questo freddo, ci sono tanti frutti selvatici e erbette spontanee che sono un concentrato di profumi e sapori.
Qua nell' orto cresce spontanea anche questa  bietolina selvatica rossa
 che ogni anno si rinnova dai semi delle piante che c'erano in precedenza.E una piantina che resiste bene al freddo e perciò la raccolgo per buona parte dell' anno, cresce benino anche d'estate se è protetta dall'ombra degli alberi e annaffiata con costanza. Ottima in questo periodo per preparare la minestra di ceci e bietole, la zuppa di bietole e fagioli e tante altre. Io la utilizzo spezzo cruda in insalata insieme alle cicoriette e alla rucola che gli cresce vicino. Questa rucola teme le gelate e il caldo intenso d'estate, quando non piove necessita di abbondanti innaffiature per il resto devo solo cogliere questa piantina molto aromatica e trasformarla in tante saporitissime pietanze. C'è anche quella selvatica che non  tutti apprezzano perché ha un gusto molto più deciso ,  diciamo quasi "piccante". Mettendo a germogliare i suoi semi e cambiando l'acqua per tre quattro giorni si ottengono degli ottimi germogli di rucola per arricchire le insalate. 
Qua vicino cresce bene, per adesso, anche questo tipo di indivia scarola che preferisco alle altra varietà perché è più resistente al freddo anche se le gelate la mandano k.o (speriamo di no). Cresce bene da sola, ma anche in compagnia di altre cicoria, non ama però la vicinanza dei cavoli e dei finocchi, E buonissima stufata in padella per pochi minuti con qualche oliva capperi olio e aglio. Mangiata cruda pero e tutta un altra bontà. 
Ora vi saluto e anche Nebbia ciao alla prossima!

5 commenti:

  1. Ma la bietolina selvatica rossa è amara?
    Io mangiavo spesso il radicchio, poi un giorno, mangiandolo ( sempre crudo ) aveva un sapore amaro, ma così amaro, che sembrava di mangiare il veleno! Colpa dei pesticidi?? Eppure io lavo tutto col bicarbonato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no!E' dolcissima,io la mangio cruda in insalata insieme alla rucola per mitigare il sapore un po'pungente!Il radicchio invece appartiene alla famiglia delle cicorie quindi e' naturale che abbia il suo un po' amarognolo,ma non cosi' amaro come lo descrivi!Non so',dipendera'molto anche in quale terreno e'cresciuto!Spero di deserti stata utile!Ciao Daniele buon pomeriggio!

      Elimina
    2. Forse allora sono le zozzerie che ce mettono dentro, tra diserbante, pesticidi, omicidi, ratticidi ... La rucola è amarognola, ma buona. Io amo le Rape perché son dolcisssime ( non è insalata, ma me piacciono! )!
      Vabbé ma ho visto l' insalatina e pomodori piantati quando avevo un pezzetto di terra: il sapore era completamente diverso da quelli che acquisti!

      Ciao Sam! Buon inizio settimana a te!

      Elimina
    3. Tempo fa quando decisi di fare questo percorso diverso capii che se rispetti la natura rispetti te stesso e tutt'oggi questo rapporto mi fa raccogliere i frutti della mia scelta.E bellissimo sentirsi parte di questo mondo meraviglioso anche in un piccolo fazzoletto di terra.Nel mio piccolo condivido quel poco che so e che con tanta umilta'giorno dopo giorno sto'imparando e mi fa piacere pensare che anche qualcun'altra possa prendersi cura del suo pezzetto di terra.Tutto cio'che fai crescere con amore ti ripagherà' con lo stesso sapore.Ma tu gia lo conosci questo sapore.Grazie del tuo interesse Daniele buon inizio settimana pure a te!

      Elimina
    4. Sì, l' ho provato anche io. Quando guardi ogni giorno come cresce una pianta, un frutto, un ortaggio, capisci quanto sia prezioso. E quando vedi le piogge, le grandinate estive che ditruggono qualcosa, capisci quanto siano delicate e quanto dipenda da noi la loro vita e quanto la nostra vita sia legata a loro.
      Inizi ad apprezzare ogni piccolo cibo.

      Quando invece vai al supermercato e compri una caterba di roba, specie quella pre-confezionata, non sai come è nata, come è cresciuta, cosa ha dovuto subire...
      non sai niente. E mangi avidamente fegandotene di tutto il processo di nascita e crescita.

      Più ci si allontana dall' origine dei nostri cibi, più non capiremo quanto essi, ed il loro processo di crescita sia tanto importante quanto delicato.

      Ciao Sam, buon proseguo di giovedì, venerdì e sabato!! :D

      Elimina