Amazon

martedì 17 novembre 2015

Il Corbezzolo, un frutto ingiustamente ignorato

Il corbezzolo è un arbusto che in Sardegna si trova un po' dappertutto insieme al ginepro e alla macchia mediterranea, vicino alle coste ma anche nelle zone più montuose, accanto ai lecci e alle querce dove spesso forma dei piccoli boschetti.


 In ogni periodo dell'anno sa sempre regalarci qualcosa di bello, è una pianta che è tutta utile dalla corteccia alle radici con cui si preparano i decotti. In certe zone fanno anche dell'ottimo vino facendo fermentare i frutti molto maturi e poi le più note marmellate e liquori. E' difficile definire le dimensioni di questa pianta visto che in natura c'è ne sono che hanno la forma elegante di alberello e altre invece che hanno uno sviluppo abbastanza disordinato, ma tutte sanno deliziarci con la loro bellezza.
 Il corbezzolo è infatti una pianta molto colorata che ha la capacità di farci trovare sullo stesso ramo sia i fiori che i frutti. I fiori sono molto decorativi e hanno la forma di deliziosi grappolini bianchi riuniti a mazzetti e sono molto simili a delle piccole campanelle, i frutti hanno varie tonalità che vanno dal giallo all'arancio al rosso. Quelli dal gusto migliore perché hanno raggiunto la giusta maturazione sono quelli che presentano una colorazione rosso scuro.
 La pianta del corbezzolo è molto amata anche da vari tipi di uccelli e dalle api, e proprio tramite il lavoro di questi infaticabili e utilissimi insetti qua in Sardegna si ottiene un miele pregiato con un colore ambra molto intenso e dal gusto un po' amarognolo, ottimo da usare sulle seadas, da non dimenticare oltre la sua bontà anche le tante proprietà benefiche per la nostra salute.
 E' un frutto di stagione poco conosciuto al giorno d'oggi eppure è diffuso in tutta l'area del mediterraneo ma si sa è più facile comprare prodotti esotici al supermercato che raccogliere quello che la natura ci regala a casa nostra.

Ai piedi di questi alberi si vedono troppo spesso tanti tappeti colorati di frutti mai utilizzati, per non parlare poi nel periodo dei fichi quando si vedono tratti di stradine di campagna letteralmente asfaltate di fichi caduti dalle piante che più nessuno cura, però poi a  Natale si va sempre nei supermercati a cercare i fichi secchi provenienti dall'estero e non dalla nostra terra.
Ciao a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento