Amazon

lunedì 29 giugno 2015

Colori e profumi dell'orto

Questo umile e calpestato fiore il convolvolo, ha una velocità incredibile nell'avvolgersi a tronchi e pali e a serpeggiare nei margini del campo.
E noto infatti per la sua invadenza ma tenuto sotto controllo è anche utile per creare armonia insieme ad altre piante nel delicato equilibrio della natura e  per attrarre le farfalle e altri insetti impollinatori. Il tempo dedicato all’orto è man mano aumentato e ormai ho provveduto a mettere a dimora tutte le piantine. Si deve decidere per tempo cosa e quanto piantare in base allo spazio a disposizione, cercando dove è possibile di fare la consociazione per tenere lontano i parassiti
. Le piante hanno bisogno del loro spazio per ricevere luce a sufficienza, svilupparsi armoniosamente e regalarci un raccolto sano e abbondante. Meglio quindi quando si mettono a dimora scegliere le piantine più sane e robuste senza riempire il terreno in maniera eccessiva, anche se dispiace per le altre che finiscono nel compostaggio. 


Trova spazio in un angolo dell’orto anche un cespuglio di malva con i suoi bellissimi fiori rosa che si utilizzano insieme alle giovani foglie per dei benefici infusi, conosciuta infatti un tempo come rimedio per tutti i mali. 

Dall’altra parte la deliziosa pervinca che ci regala delle incredibili fioriture per tutta la primavera e l’estate. Da tenere però sotto controllo perché i suoi fusti che si intrecciano nel terreno tendono a diventare un po’ invasivi e quindi la faccio vivere in un angolo vicino alla rosa canina,al prugnolo e alle siepi di mirto.


Anche le piantine aromatiche hanno la loro collocazione,ho riservato loro un rettangolo di terra dove ho raggruppato insieme l’elicriso, la lavanda, la melissa, l’origano, la maggiorana, la salvia, il timo e il rosmarino. Tutte utilizzate fresche o essiccate per insaporire i cibi, per preparare infusi e bevande sia dissetanti che curativi e anche come repellente per gli insetti o per accelerare la crescita delle piante come il rosmarino, quello selvatico è meglio, perché ha catturato tutto il calore del sole nel suo ambiente naturale. 
La menta che ho di diverse qualità e la mentuccia selvatica stanno invece da un altra parte perché le devo tenere a bada in quanto le loro radici sono invasive. La mentuccia che quando è in fiore attira decine di api e che al solo sfiorarla emana il suo rigenerante profumo è la mia preferita e so che veniva usata sin dai tempi antichi per depurare l’acqua. 

Se c’è un equilibrio e l’ambiente è sano anche la pianta cresce sana ed è meno soggetta agli attacchi dei parassiti. Ma se occorre mettiamo rimedio con dei preparati naturali come il macerato di ortica molto utile contro gli afidi o anche gli infusi di erbe come l’origano il timo e la salvia o anche di aglio cipolla e peperoncino. La natura ci da tutte le soluzione, dobbiamo solo imparare a conoscerle. E comunque lasciamo vivere in pace tutti gli animaletti , anche quelli meno simpatici ( ho imparato anch’io a rispettarli), perché fanno parte anche loro di questo mondo come noi  e tutti in un modo o nell’altro siamo utili e necessari.
Ciao a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento