Amazon

martedì 10 marzo 2015

Voglia di primavera



La margheritina e' uno dei primi fiori a venir fuori e fa sentire proprio la voglia di primavera che tutti abbiamo.Ricopre i prati già da febbraio e si trova un po dappertutto sia in pianura che in montagna.Qua nell'orto diventa anche infestante e a tratti si confonde col giallo della calendula selvatica.Anche lei come il trifoglio e la calendula mi segnala i cambiamenti di tempo,quando reclina e chiude il capolino avvisa l' arrivo di brutto tempo.
Un fiore piccolo e semplice ma conosciuto da tutti e dappertutto,chi da piccolo non ha mai fatto il gioco del"m'ama non m'ama",o anche rotolarsi in un campo candido di margheritine.

La salsapariglia si prepara ad ornare con i suoi bellissimi fiori le siepi che fanno da bordo campo. E un rampicante molto comune nella nostra macchia mediterranea e fa dei bei grappoli di bacche rosse di cui si nutrono anche alcune specie di uccelli.Ha pero' delle spine molto appuntite e  soprattutto quando si va per i campi a raccogliere gli asparagi selvatici te le trovi mimetizzate pronte a farti la sorpresa e allora son dolori.
La voglia di primavera, qua nell'orto, c'è l'hanno anche queste giovani piantine di fragole. Quando hanno finito di fruttificare verso il mese di settembre-ottobre producono degli stoloni. Quando lo stolone ha 2-3 foglie ci sistemo vicino il vasetto con la terra e in breve tira fuori le radici e si prepara a formare un'altra piantina di fragole. Come vedete sono semplicissime da moltiplicare. 

Anche la borragine si prepara per creare la sua criniera di fiori azzurri a forma di stella. Queste giovani piantine sono venute su da sole dai semi che cadevano dalle piante della primavera scorsa. Alle prime piogge hanno cominciato a germogliare e tante le ho anche rimosse perché altrimenti diventa infestante . Questa bella pianta rustica non richiede tante cure anzi se la lasci crescere tranquilla ti ripagherà con una cascata di stelline azzurre e le api ne vanno proprio matte. Ogni pianta ha da raccontati la sua storia, bisogna solo imparare ad ascoltarla ed io ho ancora tanto da imparare.

I miei piccoli angioletti. Ombretta e Tigre

Un caro saluto a tutti e alla prossima.

Nessun commento:

Posta un commento