Amazon

domenica 11 giugno 2017

Spiegazione della pianta grassa "Tephrocactus" all'uncinetto

Una pianta grassa della innumerevoli e particolari forme che attira numerosi collezionisti, si chiama theprocactus. Questo genere di piante grasse comprende diverse specie, una più bella dell’altra sopratutto nel periodo della loro stupenda fioritura.
Il tephrocactus è la quinta pianta grassa che fa parte della composizione di piante grasse all'uncinetto.
Per realizzare il tephrocactus all'ucinetto occorre preparare: delle sezioni globulari di 2 grandezze diverse da cucire una sopra l’altra, le spine i calici, i fiori e il pistillo.
Occorrente: cotone numero numero 20 - uncinetto 1.0mm - forbici - ago - filo di ferro plastificato - pinze. 
 -English-      -Español-  

Spiegazione della sezione globulare grande



Avviare 4 catenelle e nella prima fare 11 punti alti( totale 12).
  • 1° giro: 24 punti alti.
  • 2° giro: 48 punti alti.
  • 3°-4°-5° e 6 giro sempre 48 punti alti.
  • 7° giro: 24 punti alti( diminuire 24 punti alti).
  • 8° e 9° giro: 24 punti alti.
Tagliare un pezzo di filo di ferro plastificato a forcella, inserirlo all’interno della sezione e imbottire con dell’ovatta o cotone idrofilo, dargli la forma bombata modellandolo con le mani. 

Questa sezione grande sarà quella che andrà inserita nel vaso.

Spiegazione della sezione globulare media

Avviare 4 catenelle e nella prima fare 11 punti alti (totale 12).
  • 1° giro: 24 punti alti.
  • 2° giro: 32 punti alti ( 12 aumenti).
  • 3°-4° e 5° giro: sempre 32 punti alti.
  • 6° giro: 24 punti alti( diminuire 12 punti).
  • 7° giro: 12 punti alti (diminuire 12 punti).Inserire l’ovatta e modellare con le mani. Chiudere il settimo giro.
  • 8° giro: con 6-7 punti bassissimi chiudere il lavoro tenendo il cotone un po’ lungo e cucirlo nell’altra sezione. 
Preparate tutte le sezioni che occorrono  e cuciterle tra di loro dandogli la forma desiderata. 

Spiegazione del calice


Avviare 4 catenelle e nella prima fare 11 punti alti ( totale 12).
  • 1° giro: un punto alto e un punto alto doppio in un punto, un punto alto doppio e un punto alto in un punto. Ripetere uguale per un totale di 6 volte. Chiudere il lavoro e tenere il cotone un po’ lungo.

Spiegazione del fiore

Avviare 5 catenelle e chiudere in cerchio.
1° giro: 7 catenelle e in queste fare: 2 punti bassi, 2 mezze maglie alte, 2 punti alti, un punto bassissimo all’interno del cerchio. Ripetere per un totale di 7 volte. 

Per ogni fiore preparare 2 sezioni. 

Spiegazione del pistillo

Avviare 4 catenelle e nella prima fare: un punto alto e un pippiolino di 4 catenelle. 2 punti alti e un pippiolino di 4 catenelle. 2 punti alti e un pippiolino di 4 catenelle. Chiudere il lavoro e tenere il cotone un po’ lungo. Inserire l’ago e con 2 punti cucire il lato, poi inserire l’ago al centro del pistillo e farlo fuoriuscire da sotto. Infine inserire nell’ago le 2 sezioni dei fiori e il calice. Modellaro con le mani e sistemare il fiore all’interno del calice, con 3-4 punti cucire il calice alla sezione della pianta globulare. 


Sistemare i fiori con i relativi calici sulle sommità delle sezioni della pianta e anche ai lati se c’è lo spazio necessario. 

Spiegazione delle spine 
Avviare 7 catenelle e in queste fare: 2 punti bassi, 2 mezze maglie alte, 2 punti alti. Chiudere il lavoro tenendo il cotone un po’ lungo. Inserire l’ago, piegare il lavoro a metà e cucire solo in corrispondenza dei 2 punti alti. Modellarla con le mani per ottenere la forma un po’ ricurva della  spina. 
Le spine andranno cucite solamente vicino alla sommità delle sezioni e solamente su quelle più in alto. 

Il mio è solo un esempio che spero di aver spiegato al meglio.
Auguro buona creazione a tutte. 
Ciao alla prossima.

6 commenti:

  1. Certo che le piante grasse che non pungono e che sono sempre fiorite sono davvero eccezionali he he he he he...
    Deliziosa, bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna proprio vero...quelle reali sono fantastiche ma poco accarezzabili...con queste invece puoi divertirti ad ammirarle come e quando vuoi...simpaticissima Anna un grande grazie per te.

      Elimina
  2. bellissime creazioni e veramente grazie per le spiegazioni. Ne farò qualcuna.
    posso chiederti con cosa riempi i vasi che le contengono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Utilizzo la spugna per fiori secchi che trovo dai fiorai, la taglio con un coltellino modellandola per darle la forma del vaso dove verrà collocata. Fai attenzione poi a non renderla un colabrodo facendo anti buchi...decidi prima dove collocare la piantina, gli steli o le foglie.
      Spero di averti aiutato...ti auguro buona creazione e ti ringraziò tanto per i complimenti ciao.

      Elimina