Amazon

mercoledì 17 dicembre 2014

La foresta di finocchi

Ormai cresciuti in tutto il loro aromatico profumo e sapore sono pronti per tante saporitissime pietanze. Ha giovato alla loro crescita la vicinanza del radicchio e il fatto che in precedenza questa estate ci fossero piantate le zucchine. Dove posso cerco sempre di dare alle piante la giusta collocazione per evitare che si ammalino e quindi risparmiare anche a me la fatica di preparargli "le medicine". Senza nessuna distinzione di attenzioni e cure particolari ho ormai notato che crescono comunque in maniera differente tra di loro. 




Qualcuno cresce bello cicciotto di forma tondeggiante, più succoso e croccante e qualcun altro cresce lungo e snello però più fibroso e asciutto, ho imparato quindi il primo ad utilizzarlo crudo insieme a tante insalate e il secondo lo cucino stufato in padella anche con le patate qualche cipolla e un po' di churry.   















Di quello selvatico, il finocchietto, utilizzo i giovani rametti per le olive in salamoia. Sono molto aromatiche anche le foglioline giovani ottime nelle insalate e nelle minestre. Qua c'è ancora anche qualche lampone che resiste nonostante la stagione avanzata.

Un saluto a tutti da Nebbia e da me!

Nessun commento:

Posta un commento